Beata Leopoldina Naudet

Il 29 aprile 2017 è avvenuta la Beatificazione di Leopoldina Naudet (1773 – 1834), in una Basilica di Sant’Anastasia gremita di persone, consapevoli e anche solo incuriosite dalla forza morale di questa donna del 1800, capace di portare l’educazione delle fanciulle sia benestanti che ai margini della società al primo posto della sua missione di vita.

«Avere la carità, l’amore verso Iddio, per principio, causa e fine di ogni parola, di ogni moto, di ogni minima operazione», così diceva Leopoldina Naudet e in una Verona in gravi difficoltà politiche, sociali e religiose la sua opera e quella di altri Fondatori e Fondatrici di Istituti Religiosi, come Don Carlo Steeb, Maddalena di Canossa, Don Gaspare Bertoni, Teodora Campostrini, divenne fondamentale per risanare le piaghe di indigenza di una società in situazione drammatica. Sarà proprio la collaborazione tra Leopoldina Naudet e Maddalena di Canossa a far nascere l’Istituto delle Sorelle della Sacra Famiglia nel 1816, in connubio con la creazione della Congregazione delle Sacre Stimate di Don Gaspare Bertoni. Nel 1831 avverrà infine il sogno di Leopoldina Naudet, dettato dalle necessità di ampliamento, tanto grande era il numero di ragazze aiutate a costruirsi una vita dignitosa e forte. Acquisterà il vecchio monastero di San Domenico al Corso per renderlo il nuovo Istituto delle Sorelle della Sacra Famiglia, sede che occupa anche oggi e nel 1833 conquisterà l’approvazione sovrana dell’Arciduca Ferdinando d’Asburgo e pontificia da Gregorio XVI. In quest’occasione Leopoldina Naudet affermerà che «tutto è compiuto». Morirà l’anno successivo, quando la strada della sua missione sarà ormai tracciata, segno che l’opera sua e degli altri uomini e donne intraprendenti del suo tempo è stata compresa.

Oggi le Sorelle della Sacra Famiglia continuano la sua missione di formazione umana e spirituale, seguendo la sua eredità. Da questa consapevolezza è nato il percorso per la sua beatificazione, cominciato con il processo informativo nel 1971, convalidato nel 1994 e promulgato nel 2007 con la dichiarazione di Leopoldina Naudet come Venerabile. L’autorizzazione di Papa Francesco alla beatificazione arriva nel 2016, dopo la conclusione degli studi sul caso avvenuto negli anni ’70 a Creazzo (Vicenza) con il risanamento di Andrea Zemin, bimbo di sette mesi affetto da meningite purulenta. Viene così accertato il nesso tra la guarigione del neonato e l’intercessione di Madre Leopoldina Naudet, grazie alle numerose preghiere delle Sorelle della Sacra Famiglia. La celebrazione della beatificazione avviene quindi il 29 aprile 2017, un giorno di grande festa alla Basilica di Sant’Anastasia, che oggi conserva nella sua navata centrale un ritratto della donna. La memoria liturgica della Fondatrice diventa il 17 agosto, giorno della sua nascita al Cielo, mentre il suo corpo può essere venerato dal 1958 nella cappella della Casa Madre delle Sorelle della Sacra Famiglia.